domenica 20 luglio 2014

M. "CENTO ARTISTI PER IL MONDO" PRESENTA LINDA SALVATI E LA SUA ASSOCIAZIONE

Olio su tela 50x70 "OMAGGIO ALLE STELLINE"
"L’ASSOCIAZIONE STELLINE" DI CERRETO LAZIALE
SI ONORA DI OSPITARE 
Artisti di vario genere,Pittori, Scultori, Artigiani e giovani accademici amanti dell'Arte (muniti di cavalletti o altro per esporre le proprie Opere)

DOMENICA 31 AGOSTO 2014

Esposizione di Opere d'Arte nella Piazza centrale e sobborghi del Paese con estemporanea a piacere.
Sono aperti Stender ristoro a prezzi modici.
Per conferma (nessuna quota d'iscrizione viene richiesta) telefonare entro il 10 agosto ai seguenti numeri: 3475887527, 3487107737, 3477309672, 3281320960.3345815399.
La Manifestazione sarà abbinata:
Dalle ore 10:00“MOTORI D’ EPOCA”:saranno esposte in piazza
auto e moto d’epoca.
Chiunque ne fosse in possesso e volesse arricchire la nostra esposizione venendoci a trovare, è invitato a contattare entro il 10 agosto i seguenti numeri: 3475887527, 3487107737, 3477309672, 3281320960.3345815399.

PRESIDENTE
Linda Salvati

lunedì 14 luglio 2014

Arte Silvia Senna: We Are Trampled

Arte Silvia Senna: We Are Trampled: I PENSIERI SILENZIOSI COLPITI DAL VENTO, MI SPINGONO A CORRERE PER  SENTIERI D RESPIRO, DOVE  PRENDONO FORMA  INTUIZIONI COL...

venerdì 11 luglio 2014

Movimento "Cento Artisti per il Mondo". CONTRO L'ILLEGALITA' LEGALIZZATA!

Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: UNITI CONTRO L'ILLEGALITA' E LE SPECULAZIONI SULL'...: Olio su tela 50x70  "GIUDIZIO INTELLETTUALE DICO IO"!

Olio su tela 50x70 "Contro L'illegalità Legalizzata"

lunedì 7 luglio 2014

Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: STORICI MOMENTI DEI "CENTO ARTISTI PER IL MONDO"

Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: STORICI MOMENTI DEI "CENTO ARTISTI PER IL MONDO": CULTURA DI PIAZZA IMPORTATA NELLE PERIFERIE METROPOLITANE E PAESI DI MONTAGNA CON CENTINAIA DI ESPOSITORI COSTO ZERO PER GLI ARTISTI! ...

FOTO RICORDO PER IL POPOLO CERRETANO (RM)

giovedì 3 luglio 2014

venerdì 27 giugno 2014

6° Biennale d'arte a Monte Carlo 20_24 Giugno 2014

Come promesso ad Orlando Serpentieri, vi parlo della mia partecipazione e dell'Opera che ho esposto alla 6° Biennale di Monte Carlo tenutasi il 20_ 24 Giugno 2014 - Post by Adele Arati

Inizio questo "Post" come l'ha iniziato Myriam Zerbi sul bimensile internazionale "ARTE IN" di Giugno-Luglio 2014, così ha descritto in questo articolo tale evento:
" L'arte? Può anche essere un sogno tra il blu del mare punteggiato di yacht
(In concomitanza all'Esposizione c'è stata l'inaugurazione dello Yacht Club di Monte Carlo) ...
  proprio nel cuore della città-stato più d'élite del mondo, all'Hotel de Paris ...
  si tiene, nelle sale Bosio e Beaumarchais, dal 20 al 24 Giugno, la Sesta Biennale Internazionale d'arte ...
  ideata e promossa da La Telaccia by Malinpensa, Galleria d'Arte di Torino,
  (fondata nel 1972 da Giuliana Papadia, con 42 anni di attività alle spalle)  e realizzata con il patrocinio dell'Ambasciata d'Italia nel Principato di Monaco.
  Obiettivo della prestigiosa Kermesse è stata il promuovere la creatività di artisti emergenti, da far conoscere ad un pubblico cosmopolita.
  Occorrono 2 anni per fare la selezione della mostra, la giuria, composta di storici dell'arte, galleristi, collezionisti, giornalisti, ed editori internazionali, ha analizzato e vagliato quest'anno le 2.300 adesioni giunte, per approdare alla scelta di 65 artisti.
  Le opere in mostra riempiono di energia gli spazi eleganti dell'Hotel, muovono i pensieri del visitatore.
  Non manca un pizzico di ironia in questo sguardo sul mondo, nella certezza che riluce in un detto di Henry Miller:  "L'arte non insegna niente, tranne il senso della vita".

Ora continuo il "Post" con le mie piccole parole:
" L'arte? E' comunicAZione prima di tutto, se non comunica fallisce nel suo intento di essere aRTe,
  con la mia Opera il messaggio era ArtisticaMente e chiaramente scritto, la tecnica artistica maturata,
  mi impone di miscelare più mezzi possibili (Foto_Grafia, Pittura, Scultura ecc),  pur di giungere alla comunicazione ... Tale Opera ha aperto il catalogo della mostra, come fosse un monito, un presagio:
La statua ed i palazzi di pietra soccombono di fronte alla natura ... prima o poi la natura si ribellerà alla mano dell'individuo umano,  se esso non imparerà a rispettarla ... ma anche se il messaggio è chiaro, spero che chi ha guardato questa Opera abbia avuto  il cuore e la mente aperta ad accoglierla.
E' Un'Opera che passerà alla storia, una medaglia ricevuta che credo sia meritata e già appesa nel mio piccolo studio d'aRTISTa ".

Poche parole sull'abito che ho indossato: 
" Anche quello rientra nell'Opera d'aRTe, è fatto in parte a mano (da me), sotto l'attenta visione di mia madre ex piccola stilista_sarta, la simbologia è quella del popolo Messapico;
  i Messapi furono un'antica popolazione italica stanziatasi nella Messapia, in un territorio corrispondente alla Murgia meridionale e al Salento.
  Il nome fu dato al territorio dagli storici greci. Le prime attestazioni della civiltà messapica risalgono all'VIII secolo a.C. Dopo il 272 a.C. rientrarono nel territorio di Roma,
  pur mantenendo in parte caratteristiche proprie.
  L'origine dei Messapi è incerta; probabilmente si deve a flussi migratori mai chiaramente dimostrati, di origine illirica o egeo-anatolici giunti in Puglia alle soglie  dell'età del ferro intorno all'IX secolo a.C.
  Ma di questo grande popolo e dei suoi segreti nascosti nella loro simbologia ne parlerò in futuro ... Quante cose sono state nascoste è seppelite dalla Storia ..."
  !!! Tale abito Doveva essere FATTO ed INDOSSATO così ... ora l'ho archiviato, numerato e mai più lo indosserò ... !!!.

Concludo dicendo:
" L'importante è che attraverso l'aRTe i messaggi arrivino a tutti, ed è giusto che arrivino anche a Monte Carlo, tutti ne abbiamo bisogno (compresa me stessa),  in futuro questi messaggi saranno spiegati più approfondita_mente attraverso l'aRTe Scientifica della mia corrente artistica <arati.ram: aaRTI>".

VI LASCIO, ORA, ALLE IMMAGINI, CHE PARLANO AL POSTO DELLE PAROLE ... 
E metto un'accento sull'ultima foto ... alla fine il mio ambiente ideale resta quello storico-archeologico aRTISTICo, in esso la mia anima si sente a casa ... e qui che la mia creatività fluisce e cresce ... quanta bellezza archeologica in quei giorni ho potuto visitare, ma questo merita dei Post a parte in futuro.

(Io utilizzo una Scrittura Creativa artistica, che va oltre alla grammatica Italiana ... Libera Licenza artistica.) Buona Visione ...   Adele Arati - Parma 27 Giugno 2014.



























giovedì 26 giugno 2014

Mostra Personale Itinerante di Giorgio De Cesario (Ottava Tappa)" Dall’Attualità al Fantasy: un progetto alienista"


A cura di Massimo De Luca, Maria Cristina Maritati, Vera Ambra.

Con il patrocinio del  Comitato della Festa Patronale di San Giorgio - Matino, del Comune di Brindisi, del Comune di Gallipoli, della Fondazione Umanitaria Sede di Roma, del Comitato Provinciale di Catania dell’A.I.C.S. Settore Cultura, dell’Associazione Akkuaria (promotrice del Movimento artistico e di pensiero "Alienismo") e con la collaborazione de La Casa degli Artisti di Gallipoli, del Centro Artistico-Culturale “La Casaccia” di Francavilla Fontana e delle associazioni : 51 Pegasi, Fondazione La città invisibile, il Dipartimento Affari Sociali del CAD Provinciale di Catania, ZeroMoneta Records, Comitato del Premio Le rosse pergamene, Ethos 3000.

In sede sarà disponibile il catalogo della mostra, edito a cura della Banca Popolare Pugliese e con testi di Maria Cristina Maritati,Vera Ambra,Eugenio Giustizieri,Biagio Praticò,
Augusto Benemeglio, Beppe Costa, Paola Berardi.
Il catalogo può essere scaricato al seguente link:www.giorgiodecesario.it/wp-content/uploads/2011/12/Catalogogiorgiodecesario.pdf

Sede: Sale Espositive de La Casa degli Artisti Gallipoli (Le).

Inaugurazione: Giovedì 24 Luglio 2014, ore 18,00

Durata: dal 24/07/2014 al 30/09/2014

Apertura al pubblico: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 18,00 alle 21,00

Ingresso Libero

COMUNICATO STAMPA

La Mostra Personale Itinerante “Dall’Attualità al Fantasy, un progetto alienista” dell’artista Giorgio De Cesario ritorna a La Casa degli Artisti di Gallipoli, dopo i grandi successi ottenuti nelle tappe di Roma,Chieti, Gallipoli, Brindisi,Francavilla Fontana,Matino,Parabita.

Rimarrà aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 10.00 - 12.00 / 18.00 - 21.00 fino al prossimo mese di settembre per poi ricominciare il suo viaggio in varie sedi italiane.

Si tratta della prima mostra “alienista” di Giorgio De Cesario, uno dei fondatori, insieme a Vera Ambra, del movimento culturale e di pensiero denominato “Alienismo”.La Mostra ha già  fatto il suo esordio presso La Casa degli Artisti di Gallipoli, che ospita la Galleria Permanente di Giorgio De Cesario, dove ha  riscosso un notevole successo di pubblico e di critica così raccontato dalla scrittrice Ilaria Ferramosca: “Una serata intensa ,fatta di cultura, emozioni, e con l’attenzione rivolta soprattutto alla socialità e al confronto; con lo scopo di ritrovare noi stessi anche attraverso l’altro, risvegliare la nostra umanità, ormai ceduta in cambio di un falso ideale di progresso, e della quale possiamo e dobbiamo riappropriarci per riuscire a produrre il reale cambiamento evolutivo”.

La nuova collezione di tele dell’artista percorre un interessante itinerario pittorico tra i vari fatti di cronaca tanto pubblicizzati dai mass media in questi ultimi anni: i casi di Melania Rea e Yara Gambirasio, le numerose vittime della Costa Concordia, Belen Rodriguez e la sua farfallina, Melissa Bassi e la sua tragica fine , le molte donne di oggi che spariscono senza lasciare traccia di sé, la crisi dei valori nella società moderna, la pericolosa situazione politica italiana e tanti altri ancora. Sono presenti inoltre alcune opere fuori catalogo, come la tela sulle storiche dimissioni di Papa Ratzinger e quella relativa ai suicidi per disperazione di questi ultimi anni.

Oggi i mass media diffondono immagini ogni momento del giorno e della notte e negli angoli più remoti del nostro villaggio globale, ed ecco che alcune di queste immagini diventano molto spesso "icone" di un avvenimento.  Proprio partendo da queste icone Giorgio De Cesario ha iniziato il suo viaggio figurativo. La novità consiste nella trasfigurazione di queste immagini-simbolo, non una semplice riproduzione grafico-pittorica ma una rilettura di tutti i dettagli, una rielaborazione fantastica tramite colore ed effetti cromatici.

E' quindi dalla “contaminazione” di questi due mondi, la realtà dell'attuale e l'irrealtà del fantastico, che nascono le nuove opere di Giorgio De Cesario. Il tutto è arricchito da quegli elementi che da sempre caratterizzano la sua produzione: la tecnica inconfondibile dei volti in argilla in rilievo sulla tela, orecchini veri che pendono dai lobi dei personaggi femminili, vivaci fantasmagorie cromatiche sia nello sfondo che nella rappresentazione dei dettagli. L’osservatore è ancora una volta  trasportato in un mondo fantastico, ma, nello stesso tempo,è portato  a riflettere su quello che è il mondo di oggi: uno scenario drammatico dove disagio mentale, superstizione, superficialità e ignoranza provocano tragedie inenarrabili.

Le opere in esposizione inoltre si rifanno ai principi dell’ “alienismo”, un nuovo movimento artistico e di pensiero, fondato da Giorgio De Cesario due anni fa a Roma insieme a Vera Ambra, scrittrice ed editrice. Tale movimento mira alla rinascita del messaggio artistico in senso lato e alla sua “alienazione”, cioè alla sua più ampia condivisione nel villaggio globale in cui viviamo.

Dopo la  tappa  presso il Centro Artistico-Culturale “La Casaccia” di Francavilla Fontana (BR) e quella presso il Bastione San Giacomo di Brindisi,  la Mostra ha dovuto interrompere il suo percorso a causa di un brutto male che ha colpito l’artista che ora è fortunatamente rinato dopo una strenua lotta con il suo invisibile antagonista, come testimoniano alcune opere, le più recenti ed anch’esse fuori catalogo.

La scrittrice Ilaria Ferramosca ha così descritto le opere presenti in questa nuova collezione:” I lavori della nuova produzione di De Cesario individuano alcuni dei momenti salienti della cronaca odierna, nera o scandalistica; esempi che sottolineano l’allontanamento dell’uomo dai valori di un tempo e dai suoi sentimenti, fino a divenire quasi alieno a se stesso. Solo l’arte può scuotere e risvegliare le coscienze fino a sublimare le brutture del quotidiano, trasfigurandole in metafore e moniti, come facevano le fiabe nel passato”.  E la poetessa Vera Ambra, madrina della serata inaugurale del primo appuntamento a Gallipoli, si è così pronunciata su queste ultime fatiche dell’artista: “Attraverso le sue opere Giorgio ha cercato di prendere le distanze dalla follia che coglie all'improvviso e fa di noi tutti delle vittime inconsapevoli della cronaca che  pubblicizza attraverso gli schermi e i giornali fatti talmente spaventosi da sembrare finti”.

Ed infine Vincenzo Sardiello, Presidente del Centro Artistico – Culturale “La Casaccia” , si è così espresso:” Il progetto di De Cesario propone un viaggio nei meandri della contemporaneità e racconta al visitatore il progressivo abbandono degli uomini della propria natura e dei propri sentimenti per abbracciare un sentiero di alienazione da se stessi”.

Maria Cristina Maritati

Ufficio Stampa:
La Casa degli Artisti
Via Lepanto, 1 Gallipoli (Le)
tel.0833261865   3332720348  3471893963
www.lacasadegliartisti.it

www.giorgiodecesario.it
www.alienismo.it

mercoledì 25 giugno 2014

Rugiada

La rugiada nasconde bellezze naturali racchiuse in un mondo minuscolo.
Per vedere tutti i miei scatti visita il mio sito web: natura 2.8
http://photoenatura.wix.com/gianluca-mariani

domenica 22 giugno 2014

Seminal Festival


841mm-1189mm

Arte Silvia Senna: ExpoArt rivista giugno 2014 - distribuita alla Tri...

Arte Silvia Senna: ExpoArt rivista giugno 2014 - distribuita alla Tri...: articolo sul Movimento Trampled Art ed Evento del 5 luglio IMPLOSIONE IN VERDE - olio su tela 120x100 2011 DARKNESS - olio...