Atto Costitutivo dell’Associazione Culturale Registrato il giorno 16 del mese Novembre anno 2009

“Cento MovimentoArtisti per il Mondo”

Atto Costitutivo dell’Associazione Culturale scritto il giorno 16 del mese Novembre anno 2009

Agenzia delle Entrate di Tivoli

“Manifesto” sottoscritto il 21 febbraio 2009.

Delibera Amministrativa della X Comunità Montana della Valle Aniene

Patrocinio Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Cerreto Laziale

PREMESSA

Aggiornato L’Atto Costitutivo dell’Associazione il giorno 5 del mese Novembre 2014

E’ l’alchimia dell’Arte che ha permesso al Movimento Nazionale di affermare con decisione.

LA NASCITA E LO SVILUPPO DI' UNA NUOVA REALTA INTELLETTUALE”.

“ILLUMINATI e CREATIVI”

un vero e proprio atto di fondazione che riporta l’artista a nuova dignità intellettuale, alla libertà di pensare e agire in disaccordo con il principio di autorità. A un’ampiezza di vedute raramente raggiunta in passato, una diretta conseguenza dell’approccio radicalmente nuovo verso la problematica della cosa sia un’opera d’arte e cosa determini le sue qualità estetiche.

L’artista è colui che utilizza le Nobili Arti, senza pensieri né desiderio di perfezione, ciò che brama è l’affermazione della sua presenza, come possibilità di conoscenza e di equilibrio armonico, tra l'individuo e la natura, tra l'individuo e la società, sulla base di una vera conoscenza di sé. L’artista “Vero” porta la sua espressione al di fuori dei confini dell’area, che lo contraddistingue e privilegia il contatto con le altre realtà Scientifiche, con le quali si confronta senza mai perdere la sua peculiarità.

Il Rinascimento

Sempre stato alla ricerca di verità e bellezza, Arte e Scienza, Spirito e Coscienza sono inseparabili.

Dall’Unione delle due “Entità” nasce il "Sognare ad occhi aperti”.

Permette di lasciar andare il presente, la "distanza psicologica" può aumentare il pensiero creativo. I creativi quando si dedicano alla pittura o si esprimono in un altro modo, sono rapiti da quanto stanno facendo perdendo la cognizione del tempo. Uno stato mentale in cui un individuo trascende il pensiero cosciente per raggiungere un elevato stato di concentrazione senza sforzo e con tranquillità. Quando qualcuno è in questo stato, è in pratica immune a eventuali pressioni e distrazioni interne o esterne che potrebbero ostacolare le sue prestazioni. I creativi tendono ad avere un gusto eccellente, e, di conseguenza, godono nell'essere circondati dalla bellezza. L'espressione creativa è espressione di sé. "La creatività” non è altro che l'espressione individuale dei nostri bisogni, e della nostra unicità. Se c'è una cosa che distingue le persone molto creative da altri, è la capacità di vedere le possibilità dove altri non le vedono.

Il Documento è stato Redatto in collaborazione: Orlando Serpietri Presidente, Maura Saviano Pittrice, Salvatore Cilio Pittore/Scienziato, Rita Cavallaro Arte Moda & Designr, Massimo Leoni Pittore, Marco Bordieri Pittore, Adele Arati Artista/Ricercatrice/Giornalista, Patrizia Lanzafame, Pittrice, Anna Salvati, Pittrice, Poetessa, Scrittrice , Mario Serpietri Pittore/Musicista.

Noi Collaboratori Prescelti dal Presidente e dal Direttivo dell’Associazione, con la Carica di “Delegati Corrispondenti” e con la facoltà di decadere dall’incarico in qualsiasi momento, sia per nostra o per volontà del Presidente per “Indegnità (senza nulla dare e senza avere), condividiamo in serenità le regole del Documento che sottoscriviamo.

P.S. Coloro che desiderano farne parte sono pregati di dare L’Adesione a: orlandoserpietri@alice.it

Per la lettura del documento Prima pagina del blog http://centoartistiunitiperilmondo.blogspot.it/

Presidente Orlando Serpietri

lunedì 15 dicembre 2014


Olio su tela 50x70 OPERA, SIMBOLO DEGLI "ILLUMINATI E CREATIVI"

Movimento "Cento Artisti Per Il Mondo" 

9 dicembre 2014· Maxs Felinfer

 APPELLO AGLI ARTISTI, SERVE IL VOSTRO IMMEDIATO AIUTO

Quello che sta accadendo è la fine de un’era socio-politico-economica. C’è una grande difficoltà di staccarsi dalle condizioni con cui questo periodo si è radicato nel malcostume delle persone, che con il loro complice coinvolgimento hanno dato energia ai meccanismi che identificano l’andamento di quest’epoca, ritardando così la possibilità di sbarazzarsi, lasciare andare il fallimento ormai consumato dell’era. E’ ovvio che tornare alla realtà dopo avere vissuto un’allegra illusione si fa straziante. L’accanimento terapeutico con cui si vuole mantenere in vita questo sistema, aggiunge sofferenza alla sofferenza, senza fornire nessuna prospettiva propiziatoria, e la cosa peggiore è il ritardo che provoca nella decisione immediata di intraprendere delle strade alternative.Nessuno vuole perdere i beni accumulati in modo fittizio, e parlo anche di quelli che hanno radunato una ricchezza dimensionabile, poiché gli altri, quelli che hanno perso di vista il profilo umano, generando nella ricchezza un potere criminale, non meritano di essere considerati nel contesto da salvare, anzi è auspicabile che la loro malattia gli degradi come rifiuti del periodo.La nuova era deve essere segnata da interessi diversi, con nazioni che perseguitano l’obbiettivo di produrre la maggiore pienezza possibile nell’individuo, la sua felicità. Questi devono essere gli obbiettivi primari: Diritto alla libertà, all’educazione, alla salute, al proprio spazio sociale, alla dignità umana, alla sensibilità come pregio e non come debolezza.In questo nuovo impegno devono, cambiando le regole del gioco, mutare i valori da perpetuare e bisogna creare un’agenda ben chiara sulle priorità che agevoleranno il raggiungimento di tale scopo.- Bisogna recuperare la volontà popolare, partendo dall’educazione formativa (e non solo informativa) che renda chiaro il senso profondo di tale volontà. (“Una società che dimentica gli interessi di coloro che la compongono, trasforma la vita comune in un travaglio inutile sia alla società che al singolo individuo.”)- E’ necessario mettere l’individuo in condizioni tali da poter comprendere l’importanza dell’impegno che prende di fronte al futuro proprio, quello comune e perfino, in una lunga veduta, quello della specie ("Sensibilizzare l'uomo migliora la salute della società.")- Si deve essere benintenzionati, ma anche creativi nella generazione di queste nuove regole per smuovere le ferree strutture con le quali i sostenitori delle cose come stanno, difendono e difenderanno il loro benessere a discapito del bene comune. (“La perfezione è un mito dettato dai traguardi già raggiunti, il futuro va forgiato con l'allegria della scoperta ed una dose necessaria di audacia.”)- E’ impellente chiedere a tutti gli artisti di mettersi al lavoro, subito, lasciando da parte le vanità personali e gli individualismi per giocare la carta più potente, rendere il mondo un luogo desiderabile in cui vivere, mettendo a disposizione quel pregio alto di cui sono stati dotati.(“ L'arte, ottimo veicolo espressivo, ci fornisce un lucido specchio nel quale vedere riflessa la nostra interiorità, permettendoci, così, di crescere.”)- E’ importantissimo creare un piano lungimirante, e anche qui dobbiamo ancora una volta appellarci agli artisti, agli artisti educatori, chiedendo loro di dare il massimo per aiutare nella preparazione di una generazione futura sensibile e consapevole del ruolo che l’attende. (“La crescita interiore, la serenità, la consapevolezza di sé sono stadi che si raggiungono, e i ponti che ci porteranno fino ad essi dovranno essere costruiti, se necessario, con le macerie del passato. Sarà importante, in questo evento trascendente, avere la massima lucidità per capire l’entità del nostro impegno.”)E’ ora di iniziare un lavoro intenso e fruttifero, dove ognuno di noi potrà dire di avere guadagnato un posto nel proprio mondo, di non avere vissuto come parassita di un gran organismo che ci contiene.Il più importante beneficio che la società ricava dall'arte è la sua sensibilità, il carattere che l'identifica. Non esisterebbe una società se non è maturato, al suo interno, l'alto senso della propria esistenza, una consapevolezza che la rende quella che è, e facendo tesoro di ciò, acquista una cultura propria, un modo di essere. Poi, se questo patrimonio acquista un valore materiale, è logico considerarlo un bene comune, ma in tanto ha svolto il suo ruolo più alto: quello di dare all’individuo pienezza di vita, gioia. Questa consapevolezza, però, deve essere una cultura generalizzata nella società, la quale deve creare al suo interno, le premesse, il fermento per agevolare questa pregiata attività dell’ essere umano: l’arte.Il “politichese”, il falso parlare, la cultura del nascondere, hanno lavorato a pieno e permanentemente a beneficio degli interessi di cui parlavamo all’inizio, deturpando una parte del linguaggio che fa piacere utilizzare e fa bene al vivere, linguaggio fatto di parole quali: grazie, pace, felicità, amicizia, amore, bellezza.Ognuno, dallo stadio del suo spirito sensibile, deve dare un suo contributo. E’ necessario costruire un’alternativa alla decadenza di un sistema che si è dimostrato fallimentare, ma che ancora oggi ,continua a danneggiarci aggrappato ai miseri interessi che ha inciso nelle persone.Date le vostre opinioni, aiutate a costruire una piattaforma valida sulla quale cominciare a ricostruire il futuro, fate circolare queste parole. Inviateci le vostre proposte per iniziare a cambiare le cose.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

ORLANDO SERPIETRI

 [mailto:orlandoserpietri@alice.it] Inviato: lunedì 8 dicembre 2014 06:53A: 

 Oggetto:

Alla Cortese Attenzione, Ministro DarioFranceschini Beni Culturali.E’ possibile che l’arte, percepita come cultura e, quindi, come crescita – anche sociale - di un Paese come l’Italia, ricco per la sua storia e per il patrimonio artistico(troppo spesso trascurato e calpestato dalla negligenza di chi, in primo luogo – leistituzioni – dovrebbe avere cura e salvaguardarne la bellezza e la memoria),sia valorizzata quasi sempre in “forma privata” con costi anche onerosi per gli artisti (contemporanei - perché è a questa fattispecie di arte a cui si fa riferimento).Non dovrebbero le istituzioni competenti organizzare eventi culturali di arte contemporanea a costo zero per gli artisti selezionati e partecipanti?Da tali manifestazioni, poi, potrebbero derivare anche degli introiti per lo Statorichiedendo, ad esempio, una percentuale sulle vendite delle opere d’arte o,eventualmente, stabilire un prezzo d’ingresso.L’arte contemporanea se valorizzata e, soprattutto - incentivata, oltre ad essere unpatrimonio culturale è/potrebbe essere - un canale da cui fluisce/potrebbe fluire - la giusta “medicina” per una società malata e, per certi aspetti, abbandonata a se stessa!Un Paese “sano” si riconosce, appunto, per la sua cultura e le istituzioni competenti dovrebbero adoperarsi in tal senso. Inoltre, la cultura è “il fiore all’occhiello” di una nazione e di un popolo. L’assenza delleistituzioni nell’arte contemporanea è come un virus che infetta e logora partedella cultura italiana!http://centoartistiunitiperilmondo.blogspot.it/orlandoserpietri@alice.itRoma li, 08/12/2014 Movimento “Cento Artisti per il Mondo” Pittore Fabrizio Pia

Presidente Orlando Serpietri. 


domenica 30 novembre 2014

Interpretazione quantistica concettuale pittorica.

OLIO SU TELA 50X70 SIMBOLO "ILLUMINATI E CREATIVI"
Interpretazione quantistica concettuale pittorica.

Punti di vista (entanglement), il meccanismo sincronico che unisce pittura, scultura e fotografia.
L'entanglement o connessione non locale è attualmente l'oggetto di esperimenti nei laboratori e nei centri di ricerca mondiali. Questi esperimenti dimostrano uno scambio instantaneo fra particell
e,
che in origine erano unite, a prescindere dalla distanza fra di esse. Questa realtà , sperimentalmente provata, si scontra però non solo con la fisica classica ma anche con quella relativistica e sta aprendo la via verso progressi inpensabili come i computer quantistici e il teletrasporto. La documentazione in merito a questi esperimenti è ora davvero imponente e rappresentano in questo momento l'avanguardia nel campo della fisica teorica, sperimentale e della biofisica. Questo fenomeno dimostra sia a livello microscopico sia macroscopico che tutto ciò che un tempo era connesso continua a comunicare in una modalità non locale e questo ha grandi implicazioni di tipo filosofico e scientifico. Le grandi tradizioni mistiche da migliaia di anni ci ricordano che siamo tutti parte del Tutto e che l'illusione della nostra vita terrena ( Maya o forse Matrix.. ) ci fa dimenticare la nostra vera origine. La coscienza infatti nell'ambito della connessione non locale gioca un ruolo fondamentale, perchè l'osservatorcosciente modifica l'oggetto osservato come e' stato dimostrato in celebri esperimenti ( vedi il Principio di Indeterminazione di Heisenberg ).
L'entanglement rende possibile la comprensione di tanti fenomeni finora mai compresi come i fenomeni psichici, gli effetti della meditazione trascendentale, la preghiera come metodo di guarigione e come il 97 % del DNA che fino a poco tempo va era ritenuto inutile giochi un ruolo fondamentale nella trasmissione delle informazioni all'interno di un complesso di cellule. Il campo di indagine è pressoché infinito e apre le porte a scoperte inimmaginabili a livello scientifico e spero anche ad un'evoluzione della coscienza globale - un salto quantico - cosa che credo non tarderà ad arrivare.
Qualcuno sostiene che basterebbe solamente che il 10 % della popolazione si elevasse nella coscienza - la famosa massa critica - per dare origine a un balzo quantico, ad nuovo livello di vita, in virtù di questa correlazione non dipendente dalle leggi della fisica meccanicistica. Mi piace pensare che la famosa fine del mondo che terrorizza moltissime persone non sia altro che la fine del mondo cosi' come lo conosciamo, pieno di divisioni , conflitti, guerre e l'inizio di una nuova fase evolutiva dove la coscienza di questa interrellazione o entanglement sia la base per un nuovo modello di vita in ogni ambito.
Delegato Corrispondente del M. “Cento Artisti per il Mondo”



Salvatore Cilio Artista/Scienziato

Here For You

Here For You
Yuki koyanagi/Peabo Bryson

disc jacket design

sabato 29 novembre 2014

"AUTODISTRUZIONE" ANNO 1986

Olio su tela 50x70 "AUTODISTRUZIONE"
La pittura è l’arte di interpretare la realtà coinvolgendo lo spirito.
La ricerca dell’essenza attraverso l’apparenza, il concetto, che è categoria dell’intelligenza, formulato con l’apporto esclusivo della capacità visiva.
Il maestro Orlando Serpietri è esemplare per provare questa asserzione.
 Dipinge concetti, con una tecnica tutta sua. Altri, anche grandi, per suscitare passioni hanno bisogno dei colori carichi, delle esplosioni cromatiche violente.
Serpietri ha una grammatica fatta di segni precisi su un fondo di chiarezza.
Quello che taluni critici, peraltro validissimi, chiamano “glacialità di Serpietri” o
“atmosfera intersiderale”, non è che lucidità senza emozioni.
Chi come me conosce da sempre il disegno e la tavolozza di orlando,
può benissimo comparare le tele di oggi ai quadri di ieri.
Alberi,villaggi, colline, nuvole sono i protagonisti dei suoi magnifici bozzetti di ieri.
Il mix di questi elementi con una luce sempre diversa è il prodotto di un’arte che ama la natura,
che sente vivere la natura.
I colori caldi della simpatia,  del ricordo, dell’amore, della nostalgia, sono le frasi appassionate che i pennelli dell’artista scrivono nel messaggio di un uomo ad altri uomini.
C’è un’improvvisa impennata…
Il Serpietri si accorge che l’uomo sta distruggendo il suo naturale habitat
ed egli ritira i colori caldi e spegne le proprie emozioni.
Sul fondo rimane la realtà fredda; anche la follia è razionale.
 L’uomo, paludato con l’eleganza della migliore moda classica, che tesse una rete di ragno nella quale rimarrà intrappolato.
La sublimazione dell’intelligenza rimane con arcaici rubinetti e tubi aerei a distillare la disumanità.
La delusione è così dolente, il grido rauco così accorato, da far riconsiderare il post-umano di Serpietri come un manifesto per il recupero dei sentimenti-emozioni.
 Roma anno 1986

Segretario di Stato Ministero del Lavoro
On. Mario Gargano


mercoledì 26 novembre 2014

Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: RINNOVATO ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE M. "C...





Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: RINNOVATO ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE M. "C...: Olio su tela 50x70 Simbolo degli "ILLUMINATI E CREATIVI" Olio su tela 50x70  Simbolo del "MOVIMENTO "CENTO ARTISTI ...

lunedì 17 novembre 2014

RITA CAVALLARO ARTISTA CONTEMPORANEA PRESENTA: '' Baroque''

CAPPELLOSCULTURA
''BAROQUE''
2012
~~~
in arte Rita BlúNúr-opera anno 2012
Scultura realizzata in fettuccia di cotone.

Funzionalità ed Estetica
~~~~~~
Un bisogno di ritornare alle origini,
una nostalgia delle forme a spirale che caratterizzavano le architetture del 1600,
una rivendicazione della ricerca del bello odiernamente perduta.
Ma esiste ancora un mondo dove tutto questo è presente e vitale,
ed è mio sentire e dovere mostrarvi.
Ricostruire sul costruito essenziale,
appaiono ai miei occhi forme invisibili che chiedono di essere rese reali,
ancora una volta per non essere dimenticate.
~~~~~~
Corrispondente Delegata del movimento
Rita Cavallaro Artista contemporanea
Arte Moda e Design





venerdì 14 novembre 2014

RINNOVATO ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE M. "CENTO ARTISTI PER IL MONDO"

Olio su tela 50x70 Simbolo degli "ILLUMINATI E CREATIVI"
Olio su tela 50x70  Simbolo del "MOVIMENTO "CENTO ARTISTI PER IL MONDO"
Movimento "Cento Artisti per il Mondo".: ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE "ILLU...: Atto Costitutivo dell’Associazione Culturale scritto il giorno 16  mese Novembre anno 2009 Agenzia delle Entrate di Tivoli “Manif...

martedì 11 novembre 2014

VERSO LA FINE DELLA LIBERTA' DI CURA E DI RICERCA SCIENTIFICA

Verso la fine della libertà di cura e di ricerca scientifica
Avete un tumore?
Pensate che vi stiano facendo la cura giusta?
Leggete l'articolo e capirete cosa ci stanno facendo in nome dell'egoismo e del profitto!



http://www.unmondoditaliani.com/cento-artisti-per-il-mondo-firmato-il-manifesto-degli-illuminati-e-creativi820720141110.htm

E' STATO FIRMATO IL DOCUMENTO DEL MOVIMENTO 
"CENTO ARTISTI PER IL MONDO" della Nuova Corrente Intellettuale
"ILLUMINATI E CREATIVI" Che si Fonda su Arte e Scienza.


sabato 1 novembre 2014

ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE "ILLUMINATI E CREATIVI" http://centoartistiunitiperilmondo.blogspot.it/

Atto Costitutivo dell’Associazione Culturale scritto il giorno 16 
mese Novembre anno 2009
Agenzia delle Entrate di Tivoli

“Manifesto” sottoscritto il 21 febbraio 2009.

Delibera Amministrativa X Comunità Montana della Valle Aniene

Patrocinio Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Cerreto Laziale

  Aggiornato L’Atto Costitutivo dell’Associazione 
giorno 5 del mese di Novembre 2014

 PREMESSA

E’ l’alchimia dell’Arte che ha permesso al Movimento Nazionale
 di affermare con decisione.

LA NASCITA E LO SVILUPPO DI' UNA NUOVA 
REALTA' INTELLETTUALE”.

“ILLUMINATI e CREATIVI”

 catalizzatori del cambiamento Culturale per il prossimo futuro dall’Italia in Europa.
Per le adesioni rivolgersi al Presidente Orlando Serpietri: orlandoserpietri@alice.it
Per la lettura del documento:  http://centoartistiunitiperilmondo.blogspot.it/